default logo
donazione avis mascherine

Avis Comunale Faenza ha donato, mercoledì 24 giugno scorso, 2mila mascherine chirurgiche certificate ai Medici di Medicina Generale, Pediatri di Libera scelta e Medici della Continuità Assistenziale del distretto faentino. Un bel gesto per continuare a supportare i medici e i presidi ospedalieri nella gestione dell’emergenza Covid-19. Le mascherine sono state consegnate a Elena Bazzocchi, Medico di Medicina Generale, che nei prossimi giorni le distribuirà tra i colleghi che avranno così degli strumenti in più per garantire sicurezza a se stessi e ai propri pazienti. 

“Anche in questo caso come in altre iniziative delle scorse settimane abbiamo voluto dare il nostro contributo a tutta la comunità per continuare ad affrontare al meglio la sfida del Covid-19 – spiega il presidente dell’Avis Comunale di Faenza, Angelo Mazzotti – Anche perché in questi mesi, non potendo fare molte iniziative pubbliche per via delle limitazioni normative, si è deciso di destinare le somme preventivate alle strutture sanitarie e così ci siamo rivolti direttamente ai presidi ospedalieri chiedendo loro di cosa avevano più necessità e, più che di risorse economiche, ci è stato detto che avevano bisogno di materiali e dpi certificati pronti all’uso: ecco allora che ci siamo adoperati in tal senso”.  

Nonostante l’emergenza Covid-19 sia più contenuta rispetto agli scorsi mesi, in particolare nel territorio ravennate, è bene non abbassare la guardia e ancora oggi i presidi ospedalieri hanno difficoltà a reperire regolarmente dpi idonei, in particolare mascherine, strumenti necessari per continuare a tenere bassi e prossimi allo zero i numeri di contagi.

“Sicuramente i capisaldi per limitare la diffusione del virus rimangono l’uso della mascherina e l’igiene delle mani – afferma Elena Bazzocchi – sia per quanto riguarda la popolazione civile ma ancor di più per quanto riguarda gli operatori sanitari. Quando operiamo in un contesto ospedaliero dobbiamo scrupolosamente seguire tutte le accortezze per tutelare la popolazione e donazioni come quella di Avis sono fondamentali per noi”.