default logo

E’ partita nel modo migliore la fase operativa del progetto “Rete Avis Lavoro – Faenza Città del Dono”, l’iniziativa ideata dall’Avis Faenza per andare ad intercettare i possibili nuovi donatori direttamente sul posto di lavoro, grazie alla collaborazione delle aziende. La prima realtà economica ad aver aderito al progetto è stata la Bcc ravennate, forlivese e imolese. Mercoledì mattina in Piazza della Libertà a Faenza l’autoemoteca dell’Avis è stata parcheggiata di fronte alla sede centrale della Bcc per consentire ai dipendenti volontari di sottoporsi all’esame di verifica dell’idoneità alla donazione. Ben 28 lavoratori – potenziali nuovi donatori – hanno aderito all’iniziativa: un’ottima risposta, se si considera che la Banca già al suo interno può contare su molti donatori già da anni.

«Siamo molto contenti – commenta Angelo Mazzotti, presidente di Avis Faenza – Abbiamo trovato un’ottima collaborazione dalla Bcc, che ha accettato ed appoggiato in pieno questo nostro progetto. L’autoemoteca posizionata all’esterno della direzione generale della Bcc ravennate, forlivese e imolese non è riuscita a soddisfare tutte le 28 richieste pervenute, per cui ne ha svolte la metà e tornerà in un altro mercoledì di febbraio per effettuare le altre14».